CONFCONSUMATORI CONTRO POSTE ITALIANE ED INVESTIRE SGR, A TUTELA DEI QUOTISTI DEI FONDI IMMOBILIARI IRS ED OBELISCO

I quotisti dei fondi immobiliari Invest Real Security (Irs) e Obelisco, entrambi collocati da Poste Italiane S.p.A. e gestiti dalla InvestiRE SGR hanno appreso importanti novità che avranno ricadute pesanti sul proprio investimento. Infatti, il fondo Irs, in scadenza il 31 dicembre 2016, è stato chiuso con vendita degli immobili scontati fino all’80% rispetto al NAV di giugno; alcuni immobili di Obelisco, anche se in chiusura nel 2018, sono stati venduti sempre con sconti superiori al 50%.
Tali decisioni comporteranno una drastica riduzione del valore delle quote, stimabile, almeno rispetto al fondo Irs, in circa il 60% in meno del valore iniziale dei titoli. Una vicenda che, soprattutto per quanto riguarda Irs ricorda da vicino il caso Olinda e la gestione di Prelios SGR, già sotto la lente di ingrandimento di Confconsumatori. Tutto questo senza avere preventivamente informato i titolari dei fondi delle operazioni in corso, effettuate, per Irs, a pochi giorni dalla chiusura definitiva del Fondo.
Confconsumatori, come descritto nell’articolo pubblicato sul Sole 24 Ore Plus 24 del 31.12.16, ha chiesto formalmente all’AD di Poste Italiane, Francesco Caio, di trovare forme di salvaguardia e di compensazione dei risparmi delle famiglie e della clientela retail, consapevole che grazie alla fiducia riposta negli Uffici postali, sono stati coinvolti negli acquisti tanti cittadini assolutamente privi di profilo di rischio adeguato alla effettiva rischiosità dei titoli venduti. Secondo gli avv.ti Antonio Pinto e Antonio Amendola, legali di Confconsumatori che stanno seguendo 55 quotisti di Fondi: “la via da percorrere è di agire collettivamente, sia in sede penale promuovendo un esposto che chieda di indagare sulla diligenza nella gestione dei Fondi e sia in sede civile, per far accertare l’invalidità dei contratti di acquisto e la negligenza nella gestione dei Fondi. Tanto al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti”.
Per informazioni rivolgersi a confconsumatoripuglia@yahoo.it.
A tutela dei molti risparmiatori, quotisti dei Fondi Irs e Obelisco, che stanno subendo una drastica riduzione del valore delle loro quote, Confconsumatori offre i seguenti servizi: 1) predisposizione di una diffida stragiudiziale, che sarà inviata: a) alla Società di Gestione Investire SGR e, per conoscenza, alla Consob, volta a rilevare la negligenza dimostrata nella fase di gestione e/o liquidazione degli attivi, ed a richiedere il risarcimento di tutti i danni subiti e subendi dai risparmiatori; b) a Poste Italiane S.p.A. (ovvero al diverso soggetto collocatore-venditore delle quote), per far valere l’illegittimità e invalidità della vendita delle quote dei due Fondi. Tali diffide saranno altresì fondamentali ai fini dell’interruzione della prescrizione e della costituzione in mora. Lo scopo è richiedere la restituzione della sorte capitale investita nell’acquisto delle quote. 2) Costante aggiornamento in relazione ad ogni sviluppo della vicenda e ad ogni prossima iniziativa. Tanto al solo costo di iscrizione all’Associazione di € 20,00.
Al fine di procedere con le attività sopra indicate, occorrerà inviare all’indirizzo confconsumatoripuglia@yahoo.it la seguente documentazione:
1) Modulo di iscrizione all’Associazione debitamente compilato;
2) Traccia del bonifico di € 20,00 eseguito al seguente IBAN;
3) Copia di un documento d’identità in corso di validità;
4) Ultimo estratto conto dossier titoli in cui siano presenti le quote del Fondo Immobiliare acquistate.
5) Storico dell’estratto conto dossier titoli in cui siano indicati i movimenti relativi alle quote del Fondo Immobiliare acquistate e vendute nel corso degli anni, oppure copia degli ordini di acquisto e di vendita delle quote.

All’esito della diffida, Confconsumatori provvederà ad inviare a ciascuno degli iscritti una proposta che, tenendo conto della singola posizione personale, conterrà le seguenti possibili attività:
a) Esposto penale collettivo da presentare presso la Procura della Repubblica, finalizzato ad accertare le responsabilità sia di Poste Italiane quale soggetto collocatore delle quote dei Fondi immobiliari IRS ed OBELISCO e sia della Società di Gestione del Risparmio INVESTIRE SGR che ha gestito i due suddetti Fondi;
b) Arbitrato presso la Consob per chiedere la risoluzione del contratto di vendita delle quote e il risarcimento dei danni subiti.
c) Causa civile collettiva nei confronti di Poste Italiane S.p.A. (quale soggetto collocatore e intermediario finanziario delle quote dei Fondi IRS ed Obelisco) e di Investire SGR (Società che ha gestito i due Fondi immobiliari), al fine di chiedere il risarcimento dei danni subiti.

 

 

Iniziative in corso
Attività

Dimenticato la tessera?

Inserisci il tuo Codice Fiscale o la tua Email e riceverai nuovamente la tua tessera all'indirizzo email dato al momento della iscrizione.

Invia
Area Riservata
Accedi
Seguici su LinkedIn Seguici su Facebook Seguici su Google+